Anche PollyCanna ha un culo che trema

Lo sappiamo tutti, PollyCanna non fa una benemerita tutto il giorno, che per lei inizia alle h. 09.30/10.00 e finisce, se va bene, alle h. 16.00. Ha sempre qualcosa fuori ufficio, a mero titolo di esempio:

  • deve passare da quell’editore perché una sua amica le ha detto che investono il doppio quest’anno e allora è meglio passare e capire, sì certo, dal direttore Marketing, di quale area? Mah, non ha capito, sì, sì proprio in quella sede, ah no, certo è l’altra, quella è dismessa al momento…
  • ha un appuntamento in concessionaria di pubblicità… ma non erano tutti qui questa mattina in riunione? Ah sì, ma una questione è rimasta in sospeso… certo, e tu vai da sola e la risolvi, cazzo da sola manco dal parrucchiere ti manderei…
  • una sua amica ha appena partorito, PollyCanna ha amiche che partoriscono due volte la settimana
  • una visita urgente… sì, in via della Spiga… con l’amica che ha appena partorito magari

E chi più ne ha più ne metta.

Ma adesso c’è un altro trip: PollyCanna è gelosa. Di me.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Contratto a progetto vs stupidità: 0 a 1

Asso di picche, trovato in rete

Per fortuna che ho questo blog.

Parto sempre dai vostri commenti, soprattutto da uno di Exodus e da uno di Goldie e vado per punti, da brava manager ordinata che mette il caos a sistema (ah ah! figuriamoci…):

  1. forse non si possono fare vere lotte politiche o sociali in questa società, ma borbottare come delle pentole a pressione e lamentarsi, peraltro in modo stupido con me, non sortirà loro nessun effetto, o meglio, nessun effetto positivo
  2. come ho scritto, io sono il loro capo, e sta nel mio ruolo sentire le loro lamentele, e sono sempre disponibile a rispondere e a motivare: ma devi parlarmi in modo adeguato, se mi sfidi facendo nascondino a lavoro o piangi miseria e poi vai alle Maldive, beh, vedi punto sopra…
  3. la società è sì un muro di gomma, ma non digerisco chi fa la rivoluzione nelle pause caffè, o peggio su una sdraio alle Maldive: non si può fare socialmente niente? Bene, fai causa all’azienda, oppure vattene perché se continui così ti licenzio… e a questo ricatto ci sei voluto arrivare tu, non io, che ti ho offerto 1 anno di contratto a 2000 euro netti al mese con flessibilità, e cazzo!!!!!
  4. in ogni caso la società, il sistema, i muri di gomma, sono fatti di persone: non puoi attraversarli, ma puoi trovare delle vie laterali. Io sono diversa da PollyCanna e da GranCamiciaCifrata, io sono una piccola via laterale!! Ho poco margine di manovra, ma nel mio piccolo open space si può creare un ottimo microcosmo, se non apprezzi, se vuoi minare proprio me… beh, allora vedi punto sopra
  5. in sostanza, questi Collaboratori stanno perdendo una partita contro la stupidità, perché si può recriminare in modi diversi, e loro hanno scelto quello sbagliato, il che mi dimostra quello che penso già: 

è vero Exodus, queste sono le regole del gioco, e loro non le conoscono perché col capo non ci si comporta mai così; no, non conviene, perché oggi stesso potrei IO usare come arma il contratto a progetto, smettere di avere comprensione e mandarli a casa IMMEDIATAMENTE.

Amen.


Il male peggiore: Il ppt del Global Meeting

PowerPoint

Arrivo nella sala conferenze della sede centrale di NoNothing Inc. , nella capitale.

Ci arrivo dopo notti insonni, una settimana di vomito  (sì, da quel giorno non mi sono più fermata…) e una settimana di tortura psicologica alle prese con la preparazione del ppt che avrei discusso. Davanti ad una massa di sconosciuti in giacca e cravatta e tailleurs grigi. In inglese. Venticinque minuti.

Il ppt. Il ppt. È stato come redigere un testo sacro e politico, un documento filosofico in codice che risponde a leggi eterne e insondabili, alla portata solo degli illuminati appartenenti a caste inaccessibili. Sono arrivata alla versione 24. E senza capire un tubo di quello che facevo.

IlPorcoPusillanime: Ma no LaStancaSylvie, ma non puoi scrivere questo!

LaStancaSylvie: E perché no?

IlPorcoPusillanime: UUhhhffffff, perché in sala ci saranno anche quelli della BU UselessProducts, che storicamente fanno più o meno la stessa cosa nostra, cosa che noi non dovremmo fare, perché noi dovremo fare altro, siamo nati e ci hanno costituito per fare altro, solo che questo altro va male, quindi ci siamo messi a fare quello che come ben sai facciamo, ma in realtà non potremmo farlo assolutamente e loro sono davvero gli ultimi che dovrebbero venire a sapere cosa noi facciamo in realtà.

Leggi il seguito di questo post »


S.P.Q.R. a NoNothing Inc.

Giulio Cesare, trovato in rete

All’inizio, fu una mail:

Oggetto: Meeting staff Roma-Milano

Da: JuliusCaesarDeNoantri <juliuscaesaredenoantri@nonothinginc.com>

Data: 17 ottobre 2011 09.08.11 GMT+02.00

A: GranCamiciaCifrata <grancamiciacifrata@nonothinginc.com>

Cc: PollyCanna <pollycanna@nonothinginc.com>

Carissimo collega,

ho in ballo un’ottima opportunità per la tua BU: si tratta di un progetto molto strutturato e di prestigio che potrebbe senz’altro contribuire a innalzare la qualità dei prodotti che proponete in ottica B2B e B2C, soprattutto con l’intento di sviluppare business on top a tutte le altre attività che so voi gestite con innegabile professionalità, senza dimenticare gli obiettivi posti dall’Azienda, volti a concretizzare sinergie che vadano a beneficio del nostro comune business e fluidifichino i rapporti fra i tanti attori sales coinvolti nella macchina produttiva che sta sopra le nostre teste e che ci permette di scalare posizioni market fino a farci diventare leader e punti di riferimento per tutto un certo tipo di target che nel mercato cerca proprio questo! È davanti ai nostri occhi, e sono sicuro che tu ne converrai. Pensavo di fare un salto a Milano giovedì per parlarne, riesci ad organizzarti?

Cordiali saluti

JuliusCeasarDeNoantri

Imperatore Maximo BU DeStoCazzo

Filiale di Roma Capitale

Dopo il forward di PollyCanna e la conseguente lettura della missiva ho capito subito la portata di ciò che stava per accadere.

Leggi il seguito di questo post »


GranCamiciaCifrata e il Network Social

Avvoltoio, trovato in rete

Non sono così ingenua da pensare che IlCapo in azienda lavora solo per la collettività, per il benessere dei progetti aziendali e dei propri dipendenti e collaboratori.

Beh, sarebbe davvero da ingenui credere che uno viene pagato centinaia di migliaia di euro all’anno da un’azienda solo per pensare a generare ricavo che permetta l’esborso senza contraccolpi di quelle centinaia di migliaia di euro per sé e per gli altri.

Sarebbe ingenuo pensare che IlCapo viene pagato, strapagato centinaia di migliaia di euro all’anno con tanto di Suv aziendale, e assicurazione sanitaria privata aziendale, e BlackBerry aziendale, e iPad aziendale, e anticipi di cassa aziendali, e carta di credito aziendale solo per fare in modo che l’azienda che gli concede tutto quanto sopra continui a fare soldi.

Eh no, non sono mica un’ingenua principiante, e che diamine!

Leggi il seguito di questo post »


ErNeanderthal fa REplay

Snailmail Envelope, Sunny

Da: Neanderthal, Er <ErNeanderthal@nonothinginc.com>
Date: 22 settembre 2011 19:03
Oggetto: RE: DIVIDI’ e lavori vari
A: ErNeanderthal@nonothinginc.com
Cc: PollyCanna@nonothinginc.com

SYlvie,

noNE so con QUale S-coRReggio Lei abia scrito QUEllle NfamanTi paRol@. Io SonNo un pro-FEsso-nisto, riPetTato et cRedible, Tuto il PerSoNNalo me REspetta perR i mieì maRiti conseGuiTti nelLi aNi. NO ho mai aBusSatTo de SUo tempo, a maNo che CHiederE un FavorRe Non sIa un rEato.

Ali MiEì tempi Non sarebE Mai suCESSo, sono olTr@moNdo o-FESSo. aSpeTTo dele sCUss@ foRmali vIa TElevi§ioNe o MOnItor. Non aceTterRò neSsun FuCKs.

ErNeanderthal

Migliore Amico dell’Azionista Maggioritario

NoNothing Inc.


Lettera aperta a ErNeanderthal

Woman licking envelope, Aaron Cobbett

Da: Sylvie, LaStanca <LaStancaSylvie@nonothinginc.com>
Date: 22 settembre 2011 18:37
Oggetto: DIVIDI’ e lavori vari
A: ErNeanderthal@nonothinginc.com
Cc: PollyCanna@nonothinginc.com

Gentile ErNeanderthal,

rimarrà sicuramente stupito dalla mail (mail = questa lettera qui che vede sul monitor). Non parlerò infatti del DIVIDI’ e delle miriadi di compiti che mi vengono assegnati da lei. O meglio: sì ne parleremo, ma solo per dire che non ho più intenzione di fare alcunché. I 12 video (video ≠ dvd, video =  serie di immagini in movimento con un inizio e una fine, a prescindere dal supporto dove si trovino: internet, tv, dvd…) che dovevamo montare li abbiamo montati, e questo è quello dice il contratto. Tutto il resto sono favori che non posso più farle. Ecco, argomento chiuso.

Le assicuro che non è mia intenzione mancarle di rispetto, ma credo che una persona debba avere in primis rispetto per sé, e per fare questo ho davvero bisogno di dirle quello che penso: potrebbe essere un’esperienza nuova anche per lei, lei che la verità non se la sente dire da nessuno, almeno in questa azienda.

Come ha avuto modo di apprezzare da febbraio ad oggi, io sono una persona pragmatica e precisa, a tratti maniacale, ed è per questo che vado per punti:

Leggi il seguito di questo post »