NoNothing News # 4

Yellow caracter announcing something on wood, Simon Oxley

Attenzione, attenzione alla news n. 4! Perla di saggezza sgorgata oggi dalla bocca de IlPorcoPusillanime:

IlPorcoPusillanime: Due collaboratori mi hanno detto di aver ricevuto una proposta da un’altra azienda. Mi hanno chiesto se qui saranno riconfermati. Io gli ho detto che c’è un’altissima probabilità, il vento sta cambiando.

LaStancaSylvie: Ma non è vero! Forse a giugno ne dobbiamo lasciare a casa 3!

IlPorcoPusillanime: Oh, si deve pur soprravivere, no?

Annunci

Il Sacrificio Pasquale di PollyCanna

Vetrina di Pasqua Luis Vuitton New York

Ieri, Venerdì Santo, a NoNothing Inc. c’erano tutti. Ma tutti tutti (a proposito di tutti tutti, avete visto la nuova pagina dei personaggi?), anche IlPorcoPusillanime e LaMortaFelice meno che… PollyCanna ovviamente, in partenza per Bormio, Hotel Bagni Vecchi.

Martedì mattina incrocio per le scale un povero fattorino SDA con il carrello zeppo di sacchetti monogrammati. Mi spiaccico alla parete per farlo passare e mi arriva lo spigolo di quello che poteva essere un beauty case direttamente in fronte.

Vedo le stelle ma non cado, vista la posizione, o meglio, non vedo stelle, ma vedo tante LV che si staccano dai sacchetti monogrammati e mi ruotano intorno alla capoccia. Che botta, ma nonostante il rincoglionimento riconosco la merce trasportata: un set di valigie Luis Vitton. Svariate migliaia di euro.

Naturalmente la merce griffata era per PollyCanna. Accompagno il povero fattorino sudato in prossimità dell’ufficio-monolocale della mia capa e firmo la bolla. Decido di andare a portarle personalmente il bottino, voglio vedere che faccia fa. Mi avvicino alla porta dell’ufficio, origlio bellamente e busso:

LaStancaSylvie: Toc toc…

Leggi il seguito di questo post »


GranCamiciaCifrata e il pensiero laterale

Woman immersed in light bulbs, Hulton Archive

LaMortaFelice: Pronto? (ma chi dice pronto ad un interno aziendale? soprattutto se è il soggetto chiamante? Ma da quale baule l’hanno tirata fuori questa qui??) LaStancaSylvie?

LaStancaSylvie: Dimmi (già mi si ribaltano gli occhi all’indietro, adesso per dirmi una minchiata ci metterà un quarto d’ora e sbaglierà un tot di informazioni).

LaMortaFelice: IlPorcoPusillanime, anzi no ah-ah, ah-ah, ah-ah, GranCamiciaCifrata ti vorrebbe nel suo ufficio, ah-ah, ah-ah, ah-ah, poresti salire? Ah-ah, ah-ah, ah-ah.

LaStancaSylvie: Arrivo.

Scorro mentalmente le possibilità di conversazione: ppt bugiardissimi per una presentazione agli azionisti? Session di finanza creativa con la controller per far uscire i soldi che sarebbero serviti per qualcosa di utile e che invece sono stati spesi in gadget  ridicoli per far bella figura all’ultima fiera? Ancora licenziamenti??!! (no, quelli no, ci pensa PollyCanna).

In ufficio GranCamiciaCifrata non c’è. Vado da LaMortaFelice, la vedo oltre il vetro che ondeggia quella testolina instabile su quel collicino basculante davanti al monitor,  entrambi in stand by. Leggi il seguito di questo post »


LaStancaSylvie is not dead

Not dead, hyperboleandahalf.blogspot.com

Un po’ come il punk, e altrettanto stropicciata. Beh, non vi racconterò 2 mesi interi in un post, ma qualche highlight ve lo meritate davvero.

Come vi dicevo ho dovuto licenziare la metà dei miei collaboratori. Impossibile evitarlo, l’azienda ha le sue ragioni che la ragione non conosce. Però ne ho salvato uno, che mi odia comunque perché pensa che tutto ciò che accade là dentro sia frutto del mio libero arbitrio, visto che sono il suo referente.

Ho chiesto più soldi, tanto per parlare l’unica lingua che l’azienda capisce e tanto per avere l’unica gratificazione che l’azienda può essere in grado di darmi. Li ho chiesti perché fare il boia ha il suo peso e perché il progetto a cui dovrò lavorare non è quello per cui avevo lasciato il mio vecchio posto. No, non lo ritengo immorale (chiedere più soldi per licenziare), e mettetemi pure al muro.

Se non mi danno più soldi, inoltrerò alle RU una mail che loro stessi mi avevano scritto e in cui si dicevano molte cose che non si sono mai concretizzate. Pure menzogne. Quindi sì, nel mio piccolo li ricatterò.

Sto cercando, seriamente e attraverso ogni mezzo conosciuto, un nuovo lavoro che abbia a che fare con la scrittura. Non ho intenzione di perdere la speranza, non ho intenzione di mollare. Leggi il seguito di questo post »


LaDonnaCheZompa è stata promossa

Queen - Julie klima, Flickr

M’è preso un colpo, giuro. L’ho sentita sghignazzare con SegretariaSS nella saletta del caffé. Le raccontava di come GranCamiciaCifrata le ha dato la notizia: Vista la maturità dimostrata in tutti questi lunghi anni e l’attaccamento al lavoro… Non solo l’ufficio singolo, non solo la tengono là dentro, manco fosse un soprammobile di pregio, no, non bastava, la promuovono!!

Chi ha voglia ancora di parlare di meritocrazia in azienda si faccia avanti, perché questa notizia la batte tutte. Non solo LaDonnaCheZompa è anacronistica, antiquata, antipatica, antiestetica e antisociale, è anche ignorante come un caprone. Tutto ciò che sa sono nozioni sterili di editing che non è  nemmeno  capace di usare, perché per usare bene le regole non basta conoscerle, si deve avere elesticità mentale per interpretarle nel modo giusto.

LaDonnaCheZompa è quella che vive in bagno, che zompa nei corridoi come una bambina in preda al delirio per i Tokyo Hotel, peccato che abbia 38 anni, è quella che struscia le sue tettone sulla schiena di un gay immobile, è quella che dice di sentire le disgrazie che accadono nel mondo, per Dio, ma come si fa??!! Leggi il seguito di questo post »


La pagella di LaStancaSylvie, quadro aziendale

Wendy Idele, Dolls in doll house

Quando sei dentro, sei dentro, e le regole certo non le cambi tu. Devi stare al gioco o andartene, c’è poco da fare. Nel frattempo che capisco come andarmene, tiro il fiato e cerco di fare il meglio per non impazzire in quest’aziendona inutile e votata al fallimento. Ah, intanto cerco anche di non diventare un mostro vero e proprio, chissà se riuscirò a fare tutte queste cose. Comunque stavolta al lavoro mi è successa una cosa che mi ha davvero spiazzato. Sono a metà fra il divertito e l’attonito.

Mi chiama PollyCanna al telefono:

PollyCanna: LaStancaSylvie, sali subito, devo parlarti.

LaStancaSylvie: Sto facendo un colloquio, posso salire fra 20 minuti?

PollyCanna: Certo che no.

Mi scuso e salgo. Da quando ho saputo che vogliono farla fuori, per quanto io possa odiarla e disprezzarla professionalmente, un po’ la cosa mi turba. Sì, mi rincresce un pochino per la modalità, le si potrebbe semplicemente dire che non è capace di fare nulla e via. Invece no, complotti, telefonate intercettate, mail con copie nascoste, chissà cosa stanno architettando. Bah, che roba. Trovo PollyCanna con un bel po’ di fogli sparsi sulla scrivania e un cerchietto dorato in testa.

PollyCanna: Ora che sei un quadro il tuo responsabile, cioè io, e deve redigere una valutazione e stabilire la parte variabile del tuo stipendio. Leggi il seguito di questo post »


Stanno silurando PollyCanna

Diamonds & Vaseline

Attenzione, attenzione, notizia straordinaria! PollyCanna sta per essere silurata da GranCamiciaCifrata!

Ebbene sì. L’ho scoperto per caso, imbattendomi in una conversazione privata fra GranCamiciaCifrata e NonSoChi al cellulare. Io ero … beh, nel bagno della saletta relax. Sì, esiste una saletta al terzo piano che porta questo nome … in realtà è un luogo di tortura per stagisti, alcova privata per gli adescamenti de IlPorcoPusillanime, anticamera del licenziamento per coloro che proprio là vengono invitati “per una chiacchierata informale”, cuore pulsante di tutti i discorsi che vanno rigorosamente nascosti.

Il Venerdì Santo, intorno all’ora di pranzo, stavo festeggiando nel bagnetto della sala relax, il più lontano dalla casba degli uffici, una rarissima liberazione delle viscere in orario lavorativo. Con due soggetti da leggere sulle ginocchia, mi godevo il meritato momento, quando sento la voce del gran capo. Ho bisogno di un paio di minuti per realizzare che sta parlando al cellulare, di un quarto d’ora per capire che sta parlando di PollyCanna, di mezzo secondo per avere la certezza che lui, fra gli altri, trama qualcosa per farla fuori. Leggi il seguito di questo post »