Nuova era a NoNothing Inc.: il lavoro è gratis!

Mi spiace stare così lontano dal blog, mi spiace per me (anche se sto downshiftando anche altrove con la scrittura!) e mi spiace per voi perché ultimamente è iniziata una nuova era a NoNothing Inc. e non raccontarla è davvero un peccato.

Non so, vedo tutti più disinvolti, un po’ più moderni, se posso dire… anche un po’ più geek

Se non ci fosse la neve alta direi che sta arrivando la primavera

Se non sapessi che GranCamiciaCifrata è ancora devastato dalla perdita direi che è innamorato…

Se non sapessi che quello è il ghigno perenne de LaMortaFelice direi che finalmente ha smesso di soffrire e se n’è andata così, facendo quello che più amava: fissare un pixel nel monitor

Se non sapessi che PollyCanna è PollyCanna … penserei che fosse venuta per un casting

Non so spiegare, è una sensazione, un polline strano che volteggia per aria, un frullio che si presenta ogni tanto alle orecchie distratte… fino alla riunione di ieri. Fissata da GranCamiciaCifrata stesso, con le seguenti parole:

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Inverno a NoNothing Inc.: l’equazione della neve

Doposci con pelo, trovato in rete

Urge un piccolo riassunto di ciò che di saliente succede sotto la coltre di neve del tetto di NoNothing Inc., serve una lunga NoNothing News per portarsi in pari rispetto al tempo che passa, nonostante il biancore circostante che porterebbe a pensare ad un freeze perenne. Signori, vado per punti.


Il male peggiore: Il ppt del Global Meeting

PowerPoint

Arrivo nella sala conferenze della sede centrale di NoNothing Inc. , nella capitale.

Ci arrivo dopo notti insonni, una settimana di vomito  (sì, da quel giorno non mi sono più fermata…) e una settimana di tortura psicologica alle prese con la preparazione del ppt che avrei discusso. Davanti ad una massa di sconosciuti in giacca e cravatta e tailleurs grigi. In inglese. Venticinque minuti.

Il ppt. Il ppt. È stato come redigere un testo sacro e politico, un documento filosofico in codice che risponde a leggi eterne e insondabili, alla portata solo degli illuminati appartenenti a caste inaccessibili. Sono arrivata alla versione 24. E senza capire un tubo di quello che facevo.

IlPorcoPusillanime: Ma no LaStancaSylvie, ma non puoi scrivere questo!

LaStancaSylvie: E perché no?

IlPorcoPusillanime: UUhhhffffff, perché in sala ci saranno anche quelli della BU UselessProducts, che storicamente fanno più o meno la stessa cosa nostra, cosa che noi non dovremmo fare, perché noi dovremo fare altro, siamo nati e ci hanno costituito per fare altro, solo che questo altro va male, quindi ci siamo messi a fare quello che come ben sai facciamo, ma in realtà non potremmo farlo assolutamente e loro sono davvero gli ultimi che dovrebbero venire a sapere cosa noi facciamo in realtà.

Leggi il seguito di questo post »


Le ferie de LaStancaSylvie

Mermaid, CSA Images

Allora, spero non abbiate seriamente pensato che avrei preso delle ferie lavorando da casa!!??

Ah, non c’entra niente ma non ho nemmeno accettato di fare il junior di marketing, semplicemente farfugliano frasi senza senso, usando il loro linguaggio della mutua incomprensione e delle reciproca confusione (tipo il ppt, ricordate??).

Ma torniamo allo scandaloso caso dell’andata in ferie in casa ma col pc aperto

IlPorcoPusillanime (sbadigliando): Uaaaaaaaauuuuu, ah! Ma dai, che vuoi che sia, ad un certo livello è così, non si va in ferie MAI.

LaStancaSylvie: Guarda, io sono al livello in cui mi si chiede di fare il junior di marketing e di pulire l’open space in cui lavoro, quindi io vedo due strade, e te le indico perché sono onesta.

Leggi il seguito di questo post »


NoNothing News # 10

Come in, we are open, Trovato in rete

Mi arriva una mail delle Risorse Dis-Umane in cui c’è scritto che devo fare delle ferie prima delle vere ferie perché ho troppi giorni di ferie non godute. Mi dicono anche quando farle e tutto il resto. Queste cose mi fanno incazzare perché non sopporto che l’azienda decida non solo delle mie 8 h. giornaliere ma anche di quelle in cui non devo andare al lavoro: quando e quanto. Allora cazzo mi paghi anche l’albergo al mare!!

Comunque, visto il numero esorbitante di volte in cui la parola ferie compariva nella missiva, mi sono gasata e ho pensato: fico, mando tutti in culo e me ne vado via subito un po’ di giorni.

Leggi il seguito di questo post »


NoNothing News # 9

Dadi da combattimento, Trovata in rete

Evidentemente il caldo scioglie i grumi di stupidità dal cervello del top manager incompetente, cieco e bieco.

Ecco cosa sento dall’ufficio di CatWoman, adiacentissimo a quello di PollyCanna:

PollyCanna (voce a frequenze altissime): Non-va-be-ne!! Questo progetto è stato sviluppato in modo superficiale e piatto, non ha identità, è appena mediocre! Ma dove vi credete di essere, il cliente non gestisce fanzine per adolescenti!!

Faccia un passo indietro: il progetto di cui parla e che ha ricevuto critiche asprissime è quello da lei stessa affidato a IlRedAttore e a NuovaRedattrice. C’è stato il debrief col Cliente J. che ha fatto vergognare PollyCanna di aver scelto di lavorare in vita sua, visto che potrebbe campare di rendita. GranCamiciaCifrata è fuori di sé. Le parole che infatti usa PollyCanna non sono farina del suo sacco (Luis Vuitton pure quello), non potrebbe avere un’opinione così strutturata: le espressioni superficiale, piatto, mediocre e identità vengono dal cliente, mentre l’accusa di lavorare come in una fanzine per adolescenti è di GranCamiciaCifrata. IlRedAttore e NuovaRedattrice vengono infatti da una piccola realtà editoriale dedicata al mondo dei ggggggiovani: contenuti SEO compliant ma vuoti come lo sguardo de LaMortaFelice, gossip, tettine, punti esclamativi, emoticons e vacuità.

Leggi il seguito di questo post »


NoNothing News # 5

Antique Typewriter, Sam Posnick

Mi aggancio ad un commento ricevuto (GRAZIE SEMPRE A TUTTI) per dare stavolta una good news:

In risposta alla News # 1, Stefano scrive che se non si chiede nulla si riceve. Verissimo. Io però, nonostante stia cercando di avere una vita privata degna di questo nome e me ne freghi assai di più di tutto quello che succede in ufficio, beh, non ho raggiunto tali vette.

Io non riesco, non voglio, e, secondo me, non si può chiedere tutto. Anche se parli con un troglodita come IlPorcoPusillanime. Un conto è matteggiare ogni tanto e parlare usando il loro codice idiota, ma insomma, io non potrei mai chiedere di uscire alle 16,30 perché devo andare in palestra! Mi sentirei davvero squallida. E poi io non voglio essere odiata da tutti i collaboratori (che devo gestire, quindi devo avere il loro rispetto) non assunti che resterebbero in ufficio tutti i giorni molto più di me!

Ho chiesto invece un’altra cosa e l’ho ottenuta:

Venerdì e sabato ho seguito un corso (costosissimo e fichissimo) di web e seo writing, interamente pagato dall’azienda (più di 1500 euro…).

Questa sì che è stata una bella domanda, no?