Una ricetta da sballo: Space Cake

Marijuana Poster, found on the net

Allora, qua una premessa è necessaria:

  • LaStancaSylvie non ha mai fatto veramente questa torta (è nella categoria FICTION, vedete?)
  • LaStancaSylvie ritiene che l’uso di qualunque sostanza illegale che alteri la percezione sia da deprecare, molto meglio i tranquillanti e le pasticchette per dormire che gli analisti prescrivono ai top manager e alle casalinghe disperate
  • a LaStancaSylvie la marijuana non è proprio mai piaciuta, nemmeno da adolescente, figurarsi da Quadro Aziendale!

Detto questo, possiamo cominciare.

Sabato scorso mi infilo pantacollant in lycra neri con stelle argentate (bellissimi, American Apparel), infradito Havaianas (vecchissime, portate dal Brasile da una mia amica, ai prezzi europei non le comprerei mai!) e vecchia t-shirt oversize dei Sonic Youth. Ispirata dalla maglietta metto su Evol (vinile, mica cazzi). Nessun grembiule, bisogna sporcarsi le mani e pure i vestiti, in certe ricette ci vuole passione.

SPACE CAKE (6 persone) Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Punk kitchen

Punk eating apple, Michael Jang

Da brava downshifter stamattina mi sono alzata presto (e a fatica…) e sono andata col fidanzato a fare la spesa. Abbiamo anche il carrellino, sì quello che usano le sciure, rosso scozzese con ruote incazzate da king of the road.

Da brava manager s-fashionista sfoggiavo:

occhiali verdi leopardati giganti  (6.99€, H&M), calzamaglie grigie (20€, Calzedonia), maglietta nera oversize (non ricordo ma pochi pochi €, H&M), anfibi vintage con punta in ferro appartenuti ad un ex fidanzato dell’università (tante milalire negli anni novanta, Cult), piumino corto stile impero verde petrolio lucido (60 €, marca tale sconosciuta “Cindy”).

Come alieni ci aggiriamo per le corsie del Simply, comprando addirittura una spianatoia e una teglia per muffin. Abbiamo ancora le cispe da sonno negli occhi. Sulla via del ritorno commentiamo che il sabato mattina il supermercato è un’esperienza da attacco epilettico. E che il carrellino va alla grande anche sul fango del parco finto davanti casa.

In ascensore litighiamo sulla ricetta da seguire: quella di Sonia di Giallozafferano oppure quella delle Sorelle Simili? Quella di mia madre o quella della sua? È solo l’inizio di un lungo attacco di panico culinario. Leggi il seguito di questo post »