Vaffanculo l’Editore

 

Pigs

Appuntamento con uno dei maggiori editori italiani. Presso la loro sede.

Dunque. 40 minuti di attesa per essere ricevute (io e PollyCanna, che dopo lo svarione amoroso è tornata la solita creatura di sempre, volatile e superficiale come lo zucchero a velo). Receptionist maleducata che si crede l’amministratore delegato. Controlli più serrati che in aeroporto. Tornelli che girano e girano per far passare LORO. Quelli e quelle che lavorano per uno dei maggiori editori italiani. Urge identikit della specie femminile, quella maschile all’apparenza è ovunque uguale. Giacca e cravatta e punto.

La manager di uno dei maggiori editori italiani, partendo dal basso: Leggi il seguito di questo post »

Annunci

PollyCanna e GranCamiciaCifrata: il dialogo è un’incognita

Voodoo Dolls, Matthew Hertel

Location: Ufficio di PollyCanna

Personaggi: LaStancaSylvie intenta a prendere appunti per la partenza di un nuovo progetto di cui non sta capendo nulla e di cui le importa ancor meno; PollyCanna, che mentre chatta su Msn con le amichette farfuglia stronzate senza senso sul progetto; GranCamiciaCifrata, che entra senza bussare e dà via al dialogo del titolo

GranCamiciaCifrata (accigliato): PollyCanna, come stanno andando le trattative con il cliente YZ?

PollyCanna (su un altro pianeta): Ma dici YZ oppure YY?

GranCamiciaCifrata (sbuffa e inizia a diventare paonazzo): No, allora non ci siamo, PollyCanna, mi stanno facendo pressioni dall’alto, dobbiamo chiudere, e dobbiamo chiudere con un contratto!!!! YX sono troppo importanti per noi, eppure dovresti sapere chi c’è nel CDA!

PollyCanna: Ah! Quindi parli di YX? Leggi il seguito di questo post »


L’Eletta di NoNothing Inc.: LaGattaMorta

 

Business woman wearing fashion, Nina Leen

Da troppo, troppo tempo avrei dovuto parlarvi di lei. Ma LEI è una di quelle cose pericolose che hai paura anche solo di pronunciare, o una di quelle cose fastidiose, tipo le emorroidi, di cui eviti il discorso.

Ma dopo un anno di blog non posso più posticipare. Andiamo per punti:

• Ha 28 anni, come CatWoman, e si occupa di Business Developement e Business Analysis

• Non è figa come CatWoman, ma ci prova e va, in orario di ufficio, dal parrucchiere o dall’estetista ogni settimana, e non torna più

• È una di quelle tipe che quando ci sono i saldi prende due giorni di ferie (ma non le mette poi nel foglio presenze mensile), prende l’aereo e va a Napoli perché gggiù è ancora meno caro (e i vestiti li paga mammà)

• Veste SOLO griffato, le novità fashion le vedo prima indosso a lei e poi su Glamour

• Dice di ricevere un paio di proposte al mese di lavoro su LinkedIn, ma lei non si sposterebbe per “solo” 300 o 400 euro in più in busta paga (!!??)

• È molto brava nel suo campo, ma a NoNothing Inc. è addirittura considerata un genio totale. O meglio, è considerata un genio da GranCamiciaCifrata

GranCamiciaCifrata se la tromberebbe, oppure forse la vede come sua figlia, o più probabilmente ancora, fa sogni bagnati su di lei che si fa scopare in qualità di sua figlia Leggi il seguito di questo post »


Il Natale de IlRedAttore

 

Yes: Loser

Anche quelli che sembrano perlopiù innoqui nascondono la malerba dentro. Ho parlato solo una volta di lui, ed ora eccovi il resto. Intanto immaginatevelo: ha i capelli rosso-ciliegia, ha un portamento altezzoso ed impostato ma è grassoccio, a volte è simpatico da crepare, certe altre è un vile. Più che il redattore però fa il community manager, ed è bravo, sia a scrivere, che a curare i rapporti online cercando di portare traffico ai siti che gestiamo.

Attenzione: bravo a scrivere significa che scrive bene in ottica SEO, per il resto è assolutamente piatto e riempitivo; a curare rapporti online è bravo nel senso che usa ogni mezzo per avere due click del cazzo in più. Niente eleganza, niente stile, anche se lui vorrebbe proprio averceli. È l’emblema del VORREI MA NON SONO. E ora vi mostro quanto è meschino.

Cena aziendale natalizia. Quel figlio di puttana di GranCamiciaCifrata invita gente a caso ed esclude tutti i miei collaboratori. Leggi il seguito di questo post »