Sformato di patate o Pochette à la Gaga

Patata Body, trovato in rete

Come promesso, dopo gli omicidi di ieri mattina, adesso vi racconto quest’altra ricetta, un piatto unico frutto delle mie cosmicomiche in cucina durante il ponte. Quindi, se anche voi come me lavorate a NoNothing Inc., lavatevi le mani dal sangue e scrivete:

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Cupcakes sbagliati ma buoni e belli con glassa al limone

Cupcakes, trovato in rete

Evidentemente sono piombata in un nuovo rincoglionimento. Non ho mai cucinato così tanto come in questi giorni di ponte. E l’ho faccio col solito accanimento, con un raptus violentissimo che di tanto in tanto mi coglie e mi fa andare in fissa con qualcosa. Alcuni la chiamano incostanza; e sia. Alla lista dei difetti aggiungiamo l’incostanza, non so come abbia fatto a dimenticarla.

Comunque, iniziamo col primo piatto. Dolcetti da ragazzine, tutti glassa e colori pastello, piccoli e morbidi, ossessivamente zuccherosi. Li ho preparati per una platea insolita: gli amici del fidanzato davanti ad una qualche partita di calcio. E se uomini che ruttano in quel modo li hanno amati alla follia, con le amiche del bridge saranno un successone.

Ingredienti per 12 Cupcakes sbagliati ma buni e belli

(ah, sono sbagliati perché ho cannato un bel po’ di cose seguendo la ricetta di un’amica, di una glassa e una crema di burro ho fatto una glassa che non so nemmeno se si possa definire tale, non ho usto il burro leggermente salato ma… è confortante che da così tanti errori sia nato qualcosa di delizioso)

Leggi il seguito di questo post »


Ciambellone Emotivo (o alla downshifting)

Mariarosa Bertolini

Questa mattina mi sono svegliata prestissimo. Fa freddo, è ancora buio e io avrei tanta voglia di fare una cosa d’altri tempi.

Nel silenzio della mia cucinetta, col sole che ferisce gli spazi degli scuri di legno alla finestra, vorrei cucinare per poter nutrire delle persone che amo. Cucinare una cosa semplice, morbida, pronta per il momento in cui la casa si animerà di voci e presenze concrete.

L’ho mangiato per una vita, inzuppato nel latte la mattina prima di andare a scuola. Per me non è solo un dolce, è un ricordo, il sapore di tanti anni. È il vento pungente delle colline da dove vengo, la voce di un’insegnante, la soddisfazione di un’equazione risolta, i pomeriggi liberi passati in piazzetta. La pallavolo, la sala giochi, l’odore di casa.

Prepararlo è come calarmi nella donna che non sarò mai, quella che pensa a far crescere, a scaldare gli altri, qualcuno che con la semplicità e la naturalezza ha sconfitto il tempo e la paura, qualcuno che lo faccia per un’esistenza intera.

Bisogna cucinarlo in vestaglia, assolutamente spettinati, con lentezza (che tanto la ricetta è veloce) e in silenzio, ascoltando i rumori della casa che si sveglia. Avete presente l’aristocraticona Csaba? Ecco, l’esatto negativo, il contrario, l’opposto, l’inverso. Senza palo nel culo, insomma.

Ciambellone Emotivo 

Ingredienti

Leggi il seguito di questo post »


Ricetta per la prova bikini: Torta di mele

A woman deciding to eat an apple or a cake, Maria Bell

Con la solenne promessa di non comprare più NIENTE per questa estate, ieri ho fatto un minimo di shopping con un’amica. Lo so, lo so, non avrei dovuto. Giustificazione: vittima dello shopping compulsivo che riempiva il mio vuoto personale ed umano dovuto al lavoro, adesso ho bisogno di un po’ di tempo per disintossicarmi completamente… Regge?

Comunque ho comprato un costumino Calzedonia (al posto dello slip con le stelle però ho preso una coulotte a pois, non mi piacciono i coordinati), euro 30,00, e uno smalto rosso corallo di Rimmel, euro 6,90.

Appena tornata a casa ho messo il costumino, ho pitturato le unghie dei piedi e… via, a cucinare! Le mele non sono un frutto estivo, la torta non è leggera, il nuovo costume non è la mise perfetta per impastare ma… la cucina de LaStancaSylvie è questa! Ah no, altri 2 ingredienti immmancabili: vino bianco frizzante e il primo album di M.I.A..

TORTA DI MELE (6 persone, ma dipende dalla golosità…e dalla cuoca)

Leggi il seguito di questo post »


Una ricetta da sballo: Space Cake

Marijuana Poster, found on the net

Allora, qua una premessa è necessaria:

  • LaStancaSylvie non ha mai fatto veramente questa torta (è nella categoria FICTION, vedete?)
  • LaStancaSylvie ritiene che l’uso di qualunque sostanza illegale che alteri la percezione sia da deprecare, molto meglio i tranquillanti e le pasticchette per dormire che gli analisti prescrivono ai top manager e alle casalinghe disperate
  • a LaStancaSylvie la marijuana non è proprio mai piaciuta, nemmeno da adolescente, figurarsi da Quadro Aziendale!

Detto questo, possiamo cominciare.

Sabato scorso mi infilo pantacollant in lycra neri con stelle argentate (bellissimi, American Apparel), infradito Havaianas (vecchissime, portate dal Brasile da una mia amica, ai prezzi europei non le comprerei mai!) e vecchia t-shirt oversize dei Sonic Youth. Ispirata dalla maglietta metto su Evol (vinile, mica cazzi). Nessun grembiule, bisogna sporcarsi le mani e pure i vestiti, in certe ricette ci vuole passione.

SPACE CAKE (6 persone) Leggi il seguito di questo post »


I consigli de LaStancaSylvie: come lavare i piatti

 

Housewife, Bert hardy Advertising Archive

Da quando cucinicchio il fine settimana non faccio altro che lavare i piatti. Ho anche variegati attrezzi da lustrare, robe mai viste prima: rotelle per dolci, togli torsoli per mele, fruste, frullatori, dosatori, stampi per impasti, arriciaburro, setacci, mattarelli, bilance e meraviglie simili. Sono incredula io stessa. Cucinare mi faceva cagare tre mesi fa, adesso mi diverto come una rondinella fra le nuvole. Anche se non ci bevo su (beh, un bicchierino me lo sono fatto, ma non conta mica!).

Mi piace nutrire i miei amici e il mio fidanzato. Ma questo è un altro post.

Insomma, si spreca un sacco d’acqua se non si ha un metodo per lavare i piatti. Io lavavo freneticamente ogni volta che finivo di usare un attrezzo qualunque (o pensavo di poterlo fare…), così dovevo aspettare ogni volta che l’acqua diventasse calda e in più sciacquavo singolarmente tutto. La spungna, inoltre, restando per un po’ inattiva, vampirizzava il sapone. Brutto spreco, e solo perché non avevo voglia di pensare ad un’alternativa. Che poi già conoscevo, lo faceva mia nonna.

Quindi mi preparo:  vecchio cerchietto sui capelli sparati un po’ qua e un po’ là, adorabile grembiule (regalo fantastico di un’amica), Converse rotte del liceo, guantoni psico-verde in gomma extralarge  e…: Leggi il seguito di questo post »


Downshifting à la Sylvie # 3

Woman in bathroom, With Love Photography, Flickr

Senza preamboli vi dico subito che dopo aver passato una tenera e ludica mattinata a letto col fidanzato, mi sto preparando per la mia SPA casalinga:

  • scrub viso fai da te
  • maschera Weleda Amande (quando avrò finito questa ne autoprodurrò una)
  • depilazione con lametta (sì, sì, oltre ad essere magra di natura non sono nemmeno una che soffre di pelo irto e setoso… eh, so’ fortune)
  • doccia calda e lunga
  • automassaggio con gel Equilibra Aloe Vera (anche questo, una volta finito,  lo vorrei autoprodurre)

Nelle settimane scorse, inoltre: Leggi il seguito di questo post »