Tripletta: NoNothing News #14 #15 #16

Merda d’artista, Piero Manzoni

NoNothing News # 14

Una settimana fa PollyCanna mi chiama per dirmi che un nuovo cliente è stato agganciato. Fantastico, penso io, preferirei dover fare un’appendicite, ma sopravviverò.

Quando ho pensato questa cosa ancora non avevo parlato in profondità, per ciò che l’intelletto le concede, con PollyCanna del cliente.

No, non sopravviverò: è IL cliente, il VERO leader di mercato, quello abituato a STANDARD ALTISSIMI. Ma soprattutto è leader di mercato in una categoria merceologica che … NOI NON TRATTIAMO.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Anche PollyCanna ha un culo che trema

Lo sappiamo tutti, PollyCanna non fa una benemerita tutto il giorno, che per lei inizia alle h. 09.30/10.00 e finisce, se va bene, alle h. 16.00. Ha sempre qualcosa fuori ufficio, a mero titolo di esempio:

  • deve passare da quell’editore perché una sua amica le ha detto che investono il doppio quest’anno e allora è meglio passare e capire, sì certo, dal direttore Marketing, di quale area? Mah, non ha capito, sì, sì proprio in quella sede, ah no, certo è l’altra, quella è dismessa al momento…
  • ha un appuntamento in concessionaria di pubblicità… ma non erano tutti qui questa mattina in riunione? Ah sì, ma una questione è rimasta in sospeso… certo, e tu vai da sola e la risolvi, cazzo da sola manco dal parrucchiere ti manderei…
  • una sua amica ha appena partorito, PollyCanna ha amiche che partoriscono due volte la settimana
  • una visita urgente… sì, in via della Spiga… con l’amica che ha appena partorito magari

E chi più ne ha più ne metta.

Ma adesso c’è un altro trip: PollyCanna è gelosa. Di me.

Leggi il seguito di questo post »


La password del Natale Aziendale

Jack Skeleton, Nightmare Before Christmas, trovato in rete

L’anno scorso il Natale a NoNothing Inc. è andato come andato. IlRedAttore mi ha tirato un brutto scherzo, ma non gli è convenuto tanto e PollyCanna ci ha provato, e ci è anche riuscita, ma del resto anche io ho avuto la mia ricompensa. Quest’anno il destino mi ha fatto essere al posto giusto, nel momento giusto.

LaMortaFelice non era in ufficio (che strano!), e io invece ero al suo desk a prendere la mia posta. Squilla il telefono e vedo l’interno del dipartimento IT. Non resisto e rispondo.

OperatoreIT: Signora LaMortaFelice?

LaStancaSylvie: Siiiiiiiiiiiii??? (per essere credibile mi stampo in faccia il ghigno dell’odiata collega e fisso il monitor spento come inebetita, mi riesce benissimo)

Leggi il seguito di questo post »


La rabbia e la città

Housewife with serious expression, H. Armstrong Roberts

Mentre leggevo i vostri commenti (GRAZIE) ai miei numerosi difetti, o caratteristiche, come ha detto qualcuno (yess!) e mi sentivo meno sola e sgangherata e con le rotelle fuori posto, ho pensato che per par condicio andava raccontato anche qualcosa di brutto sugli altri. Sulla scia di questo pensiero poco carino la mia mente si è focalizzata su una sola parola: RABBIA.

Ufficio, Telefonata, giovedì 24

ClienteY (prossimo al colpo apoplettico): Adesso lei mi spiega come sia potuta succedere una cosa del genere, un disastro di questo tipooooo, io rescindo il contratto!!!!!

LaStancaSylvie: Eh, ma, mi perdoni ma il contratto è stato da noi onorato, la fornitura è terminata e io ho parlato e scritto alla sua agenzia che IL FAVORE che ci ha chiesto non era esaudibile, ci abbiamo provato, GRATIS, ma solo perché lei stesso ha insistit-

Leggi il seguito di questo post »


Il Cliente ha sempre ragione…

Hand holding receiver of telephone, H. Armstrong Roberts

…anche quando è un gran Coglione.

Io normalmente non mi lamento troppo dei clienti (esterni, per carità, non interni al gruppo! Quelli li ucciderei), il vero problema sono i capi e i colleghi (e… me medesimisssima), come sapete. Ma a volte è inevitabile non riportare su queste paginette scrollabili cosa devono sentire le mie piccole e morbide orecchie (ehm… in verità ho delle orecchie a sventola spaventose, ma mi piace che mi immaginiate così: orecchie piccole e morbide, ok??).

Open space, LaStancaSylvie al telefono: stralcio di conversazione

ClienteX: Quando è pronto lo spot?

LaStancaSylvie: Il 7, dopodomani, come da vostre indicazioni che abbiamo fatto inserire nel contratto. (PollyCanna non è l’unica a non leggere contratti, vi stupireste, NESSUNO li legge davvero, un po’ come i quotidiani, ci si ferma ai titoli dei paragrafetti, n.d.r.)

ClienteX: Ah. E come ce lo date?

LaStancaSylvie: Consegniamo solo via ftp, come da contratto, per evitare lungaggini e spedizioni.

ClienteX: Via che????!!!! Dove lo devo far comprare?

Leggi il seguito di questo post »


Se telefonando… anzi navigando

Se Telefonando..., Trovato in rete

Come già avevo avuto modo d’informarvi, qui a NoNothing Inc., reparto tecnologicamente evoluto e d’avanguardia, dove si generano continuamente e indefessamente prodotti nuovi per il web e le OTTV (ma come, non sapete cosa siano?) quasi tutti hanno un iPad. Oltre che come eleganti fermacarte sui desk, vengono utilizzati spesso dai venditori come portafortuna durante i lunghi viaggi in macchina verso gli ostici clienti. Una sfregatina sul dorso liscio dell’oggetto più desiderato dai manager (DOPO il BlackBerry) ogni 60 km, e l’accordo verrà chiuso di sicuro. I top manager più anziani riescono addirittura ad usarlo come fermacravatta, utilizzandolo in combo con la skin magnetica.

Orbene. Anche LaStancaSylvie è stata dotata di un iPad, che si porta dietro su tutti i set, per poter lavorare con la webmail aziendale, dai futuri clienti per mostrare reel e prodotti video online, ai meeting con le altre BU interne per dibattere dei nuovi siti sviluppati etc…. Tutto nella norma, no?

NO.

Ufficio de LaStancaSylvie, 28 settembre, h. 10,30

Leggi il seguito di questo post »


Specie letali: ErNeanderthal

Neanderthal Head, Nick Hewetson

Negli abissi delle aziende, pronta a salire in superficie in qualunque momento per trangugiare la preda, vive una specie letale non soggetta ad evoluzione. È per questo che è così tremenda. Mortifera, brutale, più pericolosa dei capi e dei clienti perché è una razza nata dall’accoppiamento fra di essi, ha ereditato le caratteristiche peggiori di entrambi, condensandole in un mix pestifero. È il temutissimo ClienteInterno, ovvero un cliente geneticamente modificato che prospera dentro le viscere della tua stessa azienda e il cui veleno ti porterà alla tomba. Ma seguiamone uno che vive far le rovine sommerse di NoNothing Inc., per scoprirne comportamenti e caratteristiche.

Lavoratori, lavoratrici, osservate da lontano e con le protezioni al posto giusto, ecco a voi ErNeanderthal:

  • questo è un esemplare anziano, molto anziano, che tipicamente usa la sua esperienza non per trasmettere conoscenza ai cuccioli, ma per sbranarli: è l’Erode del complesso e delirante sistema aziendale;
Leggi il seguito di questo post »