LaStancaSylvie

È una che non vuole andare più a 1000 all’ora, che non vuole più appartenere ad un’azienda, che non vuole identificarsi col proprio lavoro, che vuole riprendersi il proprio tempo, i propri interessi e se stessa. Ecco.


18 commenti on “LaStancaSylvie”

  1. mattiafilippini ha detto:

    Hai ragione, i nostri avatar si assomigliano molto. Il mio è del 1936.

  2. sonoqui ha detto:

    Coraggio, siamo umani e non robot.
    Ciao

  3. vicozzarecords ha detto:

    Ciao, tutto molto surreale qui… Mi piace. Mi sento a mio agio in questo posticino, continuerò a leggerti…

    In bocca al lupo…

  4. simona ha detto:

    I tuoi pensieri sono leggeri, reali, civili, sociali. mi piaci! coraggio, segui il tuo sogno e ce la farai!

  5. Anna ha detto:

    Ciao!!!!
    Ti leggo sempre (ti avevo anche già scritto quand’eri ancora sull’altro portale):
    ma dove sei finita?
    Guarda che tu devi trovare qualcuno che ti pubblichi. Secondo me hai un mucchio di talento. Non lavoro nell’editoria ma sono una lettrice onnivora ed esagerata e pubblicano e vendono robe che i tuoi racconti qui sono spanne e spanne di molto migliori…pensa con un editor che ti segue che botto che faresti!!
    Cmq: non ci lasciare troppo a secco dài!!
    Anna

  6. Mask ha detto:

    Grande LaStancaSylvie! Io l’ho già fatto il downshifting: da 100 a 0 in pochi giorni. Per una serie di circostanze e di scelte sono rimasta a casa, senza un lavoro (intendo quello “da bustapaga”) dopo anni di azienda come commerciale estero prima e direttore amministrativo poi.
    Dopo i primi 10/20 giorni di carenza da telefonate e agenda stracolma ho ripreso un ritmo umano… e a poco a poco ho ricominciato a ritrovare la perduta femminilità.
    A parte l’attaccamento, quasi fobico, al mio mac col quale faccio quasi tutto, ho riscoperto la bellezza della pasta fatta in casa, dei pizzi e merletti, dei gioielli e dei vestiti fatti da me.
    Sylvie… quando vuoi ci mettiamo in società ed apriamo un atelier. 😉

  7. Adri ha detto:

    Che ragazza interessante, peccato non conoscerti

  8. Beppe ha detto:

    Ho visto che hai trovato un bellissimo modulo per il budget famigliare. Mi dici dove lo hai scaricato? Non ho tempo e voglia di farmelo.
    Grazi e di cuore. Beppe

  9. ivana ha detto:

    Ciao Sylvie,
    ho letto molti dei tuoi post e li trovo meravigliosi…sembra tu stia parlando con la mia testa…forse perchè anche tu, come me, sei un sagittario o semplicemente perchè ci sentiamo schiacciati da un mondo lavorativo che quotidianamente ci offende nell’intimo….
    Riguaro al tuo post del 2009 sui 4 anni di contratto a progetto, sono purtroppo nella stessa situazione. Ho lavorato 3 anni a progetto e 2 a tempo indeterminato. Da un mese ho dato le dimissioni perchè nel frattempo ho avuto un bimbo ed il mio ex datore di lavoro mi ha trattato che peggio non si può… Adesso devo decidere se fargli causa o meno… Ma anch’io farei una denuncia ex post… Sai se si può fare?
    Qual è la tua esperienza in proposito?..possiamo scriversi e consigliarci?
    Grazie mille,
    Ivana

  10. martinalamatta ha detto:

    Non sai che sollievo leggerti!
    E poi … io abito proprio in un ameno paesino del Lago di Garda [che però non frequento]!!! 😉

  11. […] da quando sono più LaCappellaiaMatta che LaStancaSylvie, ho deciso di non fare tante storie, e quindi accetto, anche per forza, che la nostra modella, […]

  12. Clara Porta ha detto:

    che dire… questa donna MI PIACE!.. non sai in quante cose mi ci rivedooooo.. e BRAVA!!

  13. […] mi ha scritto LaStancaSilvye: “Il marketing non convenzionale è l’unica via del marketing secondo me. Sempre che […]

  14. laSvoltabuona ha detto:

    ciao StancaSylvie, sono incappata nel tuo blog tempo fa scrivendo per il mio. E mi fai proprio ridere! Forse perchè proveniamo dallo stesso settore dell’editoria (?) o forse perchè mi sono familiari città, personaggi e atteggiamenti che descrivi! Hai ragione: certe cose fanno proprio schifo. E meritano di essere messe nero su bianco:-) continua così!

  15. Lorena ha detto:

    Mi piacerebbe tanto ritrovarti ma nessun indizio mi porta al tuo “nuovo” blog. Come posso fare a leggerti? Grazie se vorrai rispondermi


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...