PollyCanna, ErNeanderthal e le priorità

Gold glitter sparkle, Aaron Cobbett

Ogni volta che nella mia vita professionale ho fatto presente a PollyCanna che non ce la facevo a seguire tutto e che stavo impazzendo, facendo male il mio lavoro, mi stavo esaurendo, stavo dando di matto, me ne andavo a male, mi svegliavo di notte con gli incubi, avevo la mente e i sensi ottenebrati, frizzavo per la rabbia, venivo colta da crisi isteriche (ok… penso abbiate capito come mi sentivo…), lei di tutta risposta mi ha sempre detto, piegando la testa e facendo un po’ frusciare le chiome profumate e setose:

PollyCanna: Sylvie, l’unico problema è che non sai gestire le priorità.

Ecco. Io ci ho messo un po’ a capirlo (circa 8 anni, e dire che mi ritengo una persona sveglia…), ma sappiate che quando il tuo capo ti dice questo, significa che davvero non sa che cazzo fare. Certo, certo, i capi non sanno mai che cazzo fare, ma in questo caso è peggio ancora: rigirano la frittata e ti fanno sentire in colpa, convincendoti che non è loro responsabilità il lavoro pazzesco e sconsiderato a cui ti sottopongono (non pagandoti, non gratificandoti, non spiegandoti nulla), NO! E’ colpa TUA che non sai organizzare il tuo tempo e … (rullo di tamburi con piatto finale) gestire le priorità.

Giuro che la prossima volta che sento questa frase mi metto in modalità Satana e dilanio ogni pezzo di carne animato e vestito che trovo sulla mia strada.

Ecco la penultima conversazione in merito con PollyCanna, 20 giorni fa, nel suo ufficio:

LaStancaSylvie: PollyCanna, ErNeanderthal non mi permette di andare avanti con il resto del mio lavoro: ClienteX, ClienteY, ClienteZ, il Progettone, i consuntivi, la pianificazione editoriale, la gestione della redazione, il refresh del sito N, le DEM, il SEO, l’Adv, i Ppt. Mi chiama di continuo, mi manda messaggi di ogni genere, scrive mail nella sua lingua incomprensibile (GenTle SylVVie, è necesSario che io sEppia se il DIVIDI che state relAizzando è DEla miSSura Del MonitOR dela teleVsionEE. SUbto. CordilaEMenTe. ErNeanderthal, amico del cuore senior d’infanzia dell’azionista maggioritario). 

PollyCanna (che dall’ultimatum con me è incazzata più che con la sua parrucchiera quando le sbagliò la tinta): Beh, sappiamo che questo è sempre stato il tuo problema: le priorità, Sylvie, le priorità. Non sai gestirtele.

Resto calma, ingoiando una palla di pelo che nel frattempo mi si era formata in gola, deglutisco con fatica e cerco di rilassarmi, ammirando la curva perfetta del collo di PollyCanna e la meravigliosa Tiffany che lo adorna e che potrei usare per strozzarla, là, sul suo desk pieno di riviste costosissime di arredamento per casali e chalet. Ovviamente la Tiffany poi la prenderei e la terrei, anzi no, la venderei, un paio di mille euro ce li ricaverei secondo me…. ma torniamo a noi.

LaStancaSylvie: Allora dammi una mano, sei il mio dirigente, e io, poverina, non so cosa fare: AIUTAMI.

PollyCanna (sorriso che solo le donne sole e in carriera riescono a fare): Non rispondere più a nessuna comunicazione, sparisci, non farti più sentire. In questi casi ci vuole un po’ di tattica, di strategia, di furbizia, devi essere scivolosa come lui. Fai tutto il resto e poi, quando e se avrai tempo, ti occuperai di ErNeanderthal. Ma adesso lui non è la tua priorità, chiaro?

LaStancaSylvie dice: Ottimo, grazie – si alza e se ne va.

LaStancaSylvie pensa: Bella strategia del cazzo – si alza, pensa di strapparle la Tiffany alla quale non riesce a smettere di pensare e se ne va lasciando PollyCanna sanguinante sulla copertina di settembre di Ville&Casali. 

Per 20 giorni faccio quello che mi dice il mio capo. I messaggi, le chiamate in segreteria, le mail di ErNeanderthal si infittiscono e diventano minacciose (SYlvie, DoV@ § è??? Risp#nDAMI! NOn facIa la ripICca, mI sNCererò coLS uo cApo, DOv’@?). Io non rispondo a niente e mi occupo dell’infinito resto, come il mio capo mi ha consigliato, aiutandomi a gestire le mie priorità, cosa della quale io non sono capace (minchia, quant’è bella quella maledetta Tiffany!).

Ecco invece l’ultima conversazione in merito con PollyCanna, ieri alle 16,30, nell’open space:

PollyCanna apre la porta dell’open space e nessuno crede alla sua apparizione nei bassifondi: barcollante, camicia bianca stropicciata con un angolo addirittura fuori dalla gonna a vita alta color cammello, viso tirato e occhi rossi, mascara sbavato, capelli incredibilemnte spettinati, con ciocche grigie fuori dallo chignon. Mi preoccupo, sobbalzo, le vado incontro mentre un redattore le prepara una sedia, spolverandola prima che ci appoggi le raffinate chiappette.  

PollyCanna: Sylvie!! – sniff, sniff –Sylvie!!

LaStancaSylvie: Mio Dio, ma che succede? Calmati!

PollyCanna (balbetta, è in uno stato confusionale, singhiozza quasi): Aiutami!! Fa-fa-fai qualcosa! So-so-sono sono esasperata… non ce la faccio più! ErNeanderthal! Qu-qu-quell’individuo mi sta rovinando la vita! Mi perseguita, chiudi subito la faccenda, subito! Smetti di fare tutto il resto!!

LaStancaSylvie: Ma… e le priorità?

PollyCanna: Ma che importa! Cambiale! Chiudi con lui! Ad ogni costo!!!

… Ad ogni costo? Mmmmmm, fammi pensare …e  LaStancaSylvie viene accecata dal brillìo luccicoso e seducente che proviene dal corpo convulso della sua capa. Brillìo luccicoso e seducente. Brillìo, quel magnifico brillìo.

LaStancaSylvie (guardandole il collo luccicante e sentendo già un formicolio ai canini): Beh, secondo me un accordo lo si trova…


11 commenti on “PollyCanna, ErNeanderthal e le priorità”

  1. ImpiegataSclerata scrive:

    Siiiiiiiii, falla morì e fregale la Tiffany.
    E se dopo che ti sei occupata del Neandertal ti rompe le scatole dicendoti che non avresti dovuto lasciare tutto il resto bla bla bla priorità di qui e priorità di là dille che la priorità principale è la tua salute psicofisica quindi fatti mettere qualche mese in mutua per esaurimento nervoso.

  2. Exodus scrive:

    Magnifico! Sei in piena evoluzione spirituale! Sembrava di leggere la cronaca del mio comportamento quotidiano “stanca il tuo capo con i suoi stessi problemi che devono rigorosamente restare suoi, abbattilo con la tua stessa indifferenza”!

    Fissa questo momento e cerca di riprodurlo in futuro: lascia che la barca affondi, vedrai che ti chiameranno per salvarla; prova a prevenire il disastro e vedrai che nessuno si accorgerà dei tuoi sforzi.

    D’altronde, siamo o non siamo in un Paese abituato a muoversi sul baratro?

  3. Exodus scrive:

    Cmq è sbagliato odiare o vole ammazzare il capo, finchè covi questo sentimento non riesci a stare serena, a coltivare il necessario “distacco”, la necessaria indifferenza, dis-empatia. Se il capo ti stressa (se lo permetti) hai già perso perchè è “passato” nella tua sfera personale. E’ necessario il “disprezzo”, non verso la persona ma verso ciò che rappresenta, se non covi questo disprezzo non ti liberi. Credevo fosse una cosa non corretta, poi ho letto il testo meioevale “De Imitatione Cristie” e ho compreso che deve essere parte integrante della vita di una persona, il “disprezzo del mondo”, ovvero di tutto ciò che congiura per toglierti la pace.

    Volerla strozzare non è il necessario disprezzo, è empatia, coinvolgimento. Per non farsi coinvolgere (se non vuoi farti coinvolgere naturalmente), l’indifferenza è inefficace perchè rimani vulnerabile, devi proprio usare questo precetto biblico di “disprezzo”. Ripeto, non la persona, che tanto non esiste in quanto ha deciso di non esistere, di essere parte conveniente di un sistema trita-anime e tritacorpi e basta. Ma disprezzo di ciò che rappresenta, un po’ come Gesù, ed era Gesù, disprezzava i farisei e gli scribi che erano i capuffici di allora: appena ne vedeva uno cambiava strada, loro lo inseguivano, e gli diceva chiaro e tondo che sarebbero finiti all’inferno se non la smettevano di rompere con le loro storie assurde.

    Se ti va leggi questo, ciao!

    http://exodusclic.blogspot.com/2010/07/clic-di-felicita-come-trattare-le.html#comments

  4. marty scrive:

    … e il Blackberry?
    Dove è finito il Blackberry??!?!?!!?
    Non l’avrà barattato con la Tiffany, VERO????

  5. Sylvie pure te nel sottoscala? Io sto assumendo un orrendo colorito verdognolo a stare dalle 9 del mattino alla luce delle lampade!

  6. […] altri personaggi PollyCanna, ErNeanderthal e le priorità […]

  7. Sfolli scrive:

    hahahah Pollycanna – tell me more….;-)

  8. […] il forward di PollyCanna e la conseguente lettura della missiva ho capito subito la portata di ciò che stava per […]

  9. […] voce di PollyCanna si sfuma, Sylvie è astratta, vede nero e un ronzio prende posto di tutto il resto nella sua testa. […]

  10. […] fatti di persone: non puoi attraversarli, ma puoi trovare delle vie laterali. Io sono diversa da PollyCanna e da GranCamiciaCifrata, io sono una piccola via laterale!! Ho poco margine di manovra, ma nel mio […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...