Arrivano gli Americani a NoNothing Inc.

Un top manager dovrebbe farsi venire il panico perché la baracca crolla, perché ha perso un cliente, perché il suo braccio destro si licenzia, insomma, robe così.

E invece a NoNothing Inc. PollyCanna e GranCamiciaCifrata (IlPorcoPusillanime e’ in ferie in Brasile da 2 settimane,) vanno in panico per la visita INFORMALE di un partner di terzo grado americano. Soldi in vista? No. Investimenti possibili? Nessuno. Collaborazioni probabili? Niente di concreto. La vera ragione della visita? Uno degli azionisti del gruppo li conosce bene e ha detto loro di approfittare del viaggio di lavoro per venire a conoscerci. Ora, fra tutte quante le business unit che ci sono a NoNothing Inc. hanno scelto la nostra per una nobilissima ragione: e’ la più vicina al loro albergo.

Non so più quante mail da quanti dirigenti siano arrivate sull’argomento, due agende al giorno, abbiamo fatto una riunione plenaria in cui ci hanno spiegato chi sono e cosa fanno gli Americani, hanno acquistato una nuova macchina del caffè che sembra un’astronave e il corridoio d’entrata e’ stato ridipinto scegliendo l’elegante nuance celestino ospedale. Gia’ tre giorni prima PollyCanna e GranCamiciaCifrata erano inavvicinabili, professionalmente fuori uso perché tanto presi dai preparativi della visita. L’unica parola che si sentiva risuonare in tutti i device elettronici e nelle stanze da loro popolate era America.

Io ho dovuto preparare mille documenti, proiezioni economiche, showreel, ppt, ma non e’ questo cio’ che mi ha fatto andare fuori di testa. E’ stato piuttosto questo:

PollyCanna: Driiiiiiiiiiin, Driiiiiiiiiiin, Driiiiiiiiiiin…

LaStancaSylvie: Ciao PollyCanna, dim-

PollyCanna: Non ho tempo adesso!

LaStancaSylvie: Mi hai chiamato tu PollyC-

PollyCanna: Lo soooooo!!!! Non stavo parlando con te!

LaStancaSylvie: Ah, ok, dim-

PollyCanna: Zitta: domani vengono gli Americani, di’ a tutti i tuoi Collaboratori di vestirsi bene e di farsi trovare tutti alla scrivania, forse scendiamo anche giu’ da voi.

LaStancaSylvie: Per i redattori e i grafici ok, ma molti videomaker saranno fuori ufficio per sopralluoghi, intervist-

PollyCanna: Annulla tutto, li voglio tutti seduti ed eleganti in sede dalle 14 alle 17!!!!!!!!

LaStancaSylvie: Ma se rimandiamo le intervis-

PollyCanna: Non hai capito: annulla tutto e basta! Ah, e date una riordinata e una pulita all’open space, solitamente e’ un immondo porcile. Click tu tu tu tu tu tu….

 Eh no, eh no, no, no. Ma mi calmo, ho bisogno di calma. Annullo gli impegni dei videomaker, parlo con tutti i Collaboratoribrieffandoli sull’outfit e… sulle  operazioni di interior design che avremo dovuto attuare.

Il giorno X alle 16,00 PollyCanna mi chiama dicendomi che stanno lasciando la sala conferenze per raggiungere il nostro open spaceSono emozionata, siamo tutti eleganti, seduti ed emozionati.  Gli ultimi ritocchi al trucco e all’allestimento e siamo tutti pronti, tutti seduti, tutti eleganti e tutti emozionati. La tensione si fa palpabile, il momento tanto atteso si avvicina, sentiamo l’ascensore che si ferma, i passi e le voci dietro la porta, poi questa si apre, lentamente e…eccoci finalmente:

Io, nel mio abito lungo in raso nero taglio impero (splendido vintage di mia madre, senza prezzo), capelli raccolti e parure di perle finte (Accesorize 2010, ca. €60,00) sfodero il mio miglior sorriso e mi dirigo verso gli Americani per fare la loro conoscenza e snocciolare il discorso in inglese inciso nella mia memoria dopo anni di presentazioni estere.

Gli Americani, un signore e una signora molto casual e sorridenti, per nulla stupiti, mi stringono la mano mentre PollyCannaGranCamiciaCifrata sono letteralmente allibiti e smascellati, contratti in una smorfia di disgusto, si stagliano dal suolo come due statue di sale.

Collaboratori sono raffinatissimi nei loro vestiti sfoggiati a comunioni e matrimoni, le ragazze con velette e cappellini, i maschietti con le scarpe lucide e la cravatta scura. Sorridenti, guardano i nuovi arrivati e si rimettono al lavoro, mentre io conducogli Americani fra le paretine mobili che separano le varie aree di competenza, decantando il mio discorso.

Tornando verso GranCamiciaCifrata e PollyCanna, ancora mummificati all’entrata del novello porcile, descrivo brevemente agli Americani l’unico pezzo di design che abbiamo piazzato in mezzo all’open space perfettamente ordinato (nemmeno un cavo che penzola).

LaStancaSylvie: We are going to shoot a viral spot in a few minutes, we (indicando con un gesto me e i Collaboratori) are the crowd people and THIS (indicando il pezzo unico) is… the main actor!

 GliAmericani: Ah, ah, oh, I see, ah, ah.

 Bellissimo, nel suo bianco ceramica luccicante, troneggia un cesso (una tazza, un wc, o come vogliate chiamarlo) in mezzo alla stanza, ripieno di edera e fiori che sbucano fuori e si adagiano sulla ciambella e sullo schienale.

Gli Americani hanno riso, mi hanno stretto la mano cordialmente e hanno salutato i Collaboratori augurandoci delle buone riprese per lo spotGranCamiciaCifrata e PollyCanna sono usciti dietro di loro, senza nemmeno uno sguardo d’odio edisprezzo, come due automi senz’anima e senza discernimento.

Forse abbiamo esagerato, ma in alcune circostanze avere un piccolo magazzino scenografie e’ una tentazione a cui non puoi assolutamente resistere.


15 commenti on “Arrivano gli Americani a NoNothing Inc.”

  1. pattylafiacca scrive:

    Oh my God ! Non riuscivo a capire perchè i 2 rimba erano ammutoliti …. Hai superato te stessa … e non possono dire nulla perchè i 2 Americans hanno pure apprezzato !!!

  2. AD Blues scrive:

    LOL ma come ti vengono in mente certe cose!!!🙂

    Comunque non è molto lontano da certe realtà dove la visita di un partner\cliente estero (specialmente americano!) è vista in questa italietta provinciale come la venuta degli alieni…
    Ho visto cose…😉

    —Alex

  3. Sab scrive:

    Ma l’hai fatto davvero o e’ un parto della tua fantasia? In ogni caso complimenti!!
    Anche nella mia azienda (sede europea di una importante multinazionale orientale) quando vengono in visita da qualsiasi altra sede mondiale, bisogna essere tutti eleganti e le scrivanie vanno messe in ordine e pulite… salvo che poi gli ospiti non passano da noi, o SE passano manco guardano. Mi da’ cosi’ sui nervi tutto questo “apparire”, non e’ piu’ importante presentargli bene il nostro lavoro?? Bah.

  4. Pentapata scrive:

    fantastico!!! devo rubartela anche qui quando arriva il signor nessuno ci vanno i vestiti della comunione e ci ordinano di rioridnare come non si vedesse distante un chilometro che non potremmo lavorare così manco volendo!

  5. ondalunga scrive:

    nella mia vecchia azineda avevano addirittura pagato delle comparse per tapezzare le scrivanie lasciate vuote da mobilità e contraqtti interinali non rinnovati!

  6. AkaiSuisei scrive:

    hahahahahahahaahaaaaa! Stupenda Sylvie…Stupenda!!!!! grazie per il sorriso…ci voleva….

  7. lorenzo scrive:

    un cesso ha cmq una bella linea.

  8. […] altri personaggi Arrivano gli Americani a NoNothing Inc. […]

  9. […] Beh, cosa credi che io abbia fatto in Brasile (da dove è appena tornato, […]

  10. […] Guarda, io sono al livello in cui mi si chiede di fare il junior di marketing e di pulire l’open space in cui lavoro, quindi io vedo due strade, e te le indico perché sono […]

  11. […] occhi che le note spese dei capi superano il mio stipendio, e di molto anche, dopo che mi si chiede anche di pulire, dopo avere dedicato a questo posto di merda tutta la mia vita per quattro anni per cercare di fare […]

  12. […] apre la porta dell’open space e nessuno crede alla sua apparizione nei bassifondi: barcollante, camicia bianca stropicciata con un angolo addirittura fuori dalla gonna a vita alta […]

  13. […] forte vento ha iniziato a spirare nell’open space, sollevando i post-it dalle scrivanie e dagli schermi, sparpagliando la carta che lentamente usciva […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...