Cronaca di una morte annunciata

Man & Woman with injuries, Camarena

Devo dire che per adesso ci sto riuscendo: guardo i problemi dell’ufficio (quelli che una volta mi angosciavano facendomi trasalire fin dal mattino appena sveglia, quelli che diventavano i MIEI problemi PERSONALI, quelli di cui parlavo con tutti, quelli che sostituivano le preoccupazioni o le gioie della MIA VITA) come attraverso un binocolo, li vedo lontani, distaccati da me.

Faccio tutto quello che posso per risolverli, anche un po’ di più a volte, ma nel limite del mio ruolo, stipendio e buon senso.

C’è solo una cosa che mi fa infuriare: NuovaRedattrice + UnaCollaboratrice. Vi avevo già anticipato la questione e pensavo di averla risolta, ma mi sbagliavo.

In più ci si è messo pure il mentore di quella ricca puttanella, IlRedAttore, alleato di sempre. Lui mi odia, se possibile, più di prima. Da quando IlPorcoPusillanime mi ha chiesto di aiutarlo, io faccio il minimo indispensabile per far andare avanti il lavoro, ma certo non mi spreco dietro a parare il culo a lui. Proprio a lui! Eh no, quei tempi sono finiti.

Brevemente, cosa succede per punti:

  • la mia collaboratrice redige dei pezzi (fra altre mille cose) per un progetto seguito da NuovaRedattrice
  • NuovaRedattrice dice che non è in grado, che non segue le sue indicazioni, che non le risponde
  • io non sono d’accordo, io l’avrei subito tolta dal progetto (NuovaRedattrice) perché è lei a non essere in grado di comunicare cosa vuole, ma non posso
  • le ho parlato varie volte,  spiegandole che comunicare nozioni e informazioni non è banale, a volte si pensa di essere chiari, ma non lo si è abbastanza: bisogna mettersi in discussione e dare alle persone la possibilità di comprendere
  • le ho detto che fare correzioni in grassetto rosso, con tutti in cc nelle mail,  e tenere l’atteggiamento da maestrina magari non funziona, bensì inibisce le capacità di una persona
  • le ho detto che con me UnaCollaboratrice è precisa, veloce, sul pezzo… quindi non è un problema di capacità

Ora, questo è il massimo che riesco a fare senza spaccarle una stampante in faccia. E mi sembra più che sufficiente. Ma credo che prima o poi me le caverà dalle mani: ho sentito una conversazione dall’ufficio di CatWoman (la stavo aspettando per una riunione), adiacente a quello di PollyCanna. Eccola:

NuovaRedattrice: Non so più che fare, non ce la fa, io le riscrivo sempre tutto (BRAVA CRETINA!!!! n.d.r.), ma non impara.

IlRedAttore: Non abbiamo tempo di fare qeste cose per lei, noi dobbiamo andare avanti spediti, non possiamo perdere tempo.

PollyCanna: E LaStancaSylvie? Non vi aiuta?

NuovaRedattrice: Lei è troppo buona, trova sempre delle giustificazioni per UnaCollaboratrice.

IlRedAttore: Esatto, non ha polso, non vuole ammettere che non è capace e non ha coraggio di dirglielo.

Poi sono arrivati CatWoman, LaGattaMorta e IlGiganteSilente e non ho più sentito nulla, li ho solo trafitti con lo sguardo attraverso la porta a vetro quando sono usciti in coppietta dall’ufficio di PollyCanna.

Beh, non c’è molto da dire. Mi sento già le mani sporche di sangue.

 

 

Annunci

15 commenti on “Cronaca di una morte annunciata”

  1. AD Blues ha detto:

    Ma ti conviene sporcarti le mani con il loro sangue? Io
    Li lascerei bollire nella loro brodaglia maleodorante e penserei ai muffin che preparerai una volta a casa 😉

    —Alex

  2. ondalunga ha detto:

    sì sì meglio i muffins guarda, riusciremo mai ad emanciparci da tutto questo squallore? 😦

  3. pattylafiacca ha detto:

    Senti ma…… una settimanina con pseudo influenza ?………Oddio lo sò non è eticamente corretto, ma sai che bello lasciarli nel loro brodo mentre tu ti alleni in cucina ?!

  4. lorenzo ha detto:

    a questo punto la stampante in faccia rimane l’unica soluzione. ti consiglio, se possibile, di usare quelle vecchie stampanti laser della hp, nello specifico la hp laserjet 4l.

    è grossa come una buchetta delle lettere, pesa come una cassaforte, il design anni 90 la rende spigolosa ed è robusta quanto un ceppo di quercia.

    almeno dopo che le hai spaccato la faccia puoi ricollegare la stampante e stampare ancora.

  5. vicozzarecords ha detto:

    La merda da la colpa a te?!?!?

    Segui il consigli di Lorenzo, altrimenti fai notare a tutti quanto le collaboratrici con te lavorano bene e con lei non sanno che fare…

  6. Harold Smith ha detto:

    Scusami lastancasylvie… ma tutta questa attenzione e rabbia per la vicenda fa trasparire che sei ancora troppo attaccata alle questioni lavorative… il processo di downshifting non è assolutamente ancora completato 😛

    Perchè non inviti la tua collaboratrice a fare un aperitivo e ne ridete insieme? ^^

  7. AkaiSuisei ha detto:

    …..e basta con questa gentaglia! Se puoi tu coltiva la tua junior…il merito prima o poi arriva. L’ideale sarebbe riuscire a spaccar loro la pesantissima LJ4L colpendone uno per ogni spigolo….in un colpo…pensa quanti ne puoi far fuori…. Quanto ti capisco…ma quanto ti capisco!!! Coraggio Sylvie….

  8. […] tutti gli impegni e riflettendo sui vostri commenti, non ho avuto modo di sporcarmi le mani di sangue con NuovaRedatrice e IlRedAttore, dopo la porcata […]

  9. […] Downshifting Baby Voglio una vita normale. Ma un po' punk e un po' deluxe. Salta al contenuto HomeDownshifting?!LaStancaSylvieIl downshifting e LaStancaSylvie ← Cronaca di una morte annunciata […]

  10. […] abbiamo litigato e invece di mettere a tacere quei due stronzetti e rendermi giustizia, mi fa un regalo. Mi vuole tentare, sedurre! Malefica!! Sono imbarazzata e […]

  11. clare_lemmon ha detto:

    EEEh la redazione, gioie e dolori, ma sopratutto dolori. Non ho mai capito perché i redattori hanno tante volte quei tratti caratteriali che li accostano così tanto ai mamba manciuriani (ndr)…sai che ti dico? meglio beccarsi la pioggia, andare in giro il 7 di agosto a fare servizi inutili…meglio, molto meglio della redazione 7-8 ore al giorno (e più)!

  12. […] visto che non è né giovane, né bella e presumibilmente nemmeno porca, IlPorcoPusillanime le ha detto di SÌ. Senza, storie, senza fare […]

  13. […] Attenzione, attenzione alla news n. 4! Perla di saggezza sgorgata oggi dalla bocca de IlPorcoPusillanime: […]

  14. […] Anche se parli con un troglodita come IlPorcoPusillanime. Un conto è matteggiare ogni tanto e parlare usando il loro codice idiota, ma insomma, io non potrei mai chiedere di uscire alle 16,30 perché devo andare in palestra! Mi […]

  15. […] credo che il loro momento sia definitivamente terminato, ma non è finita qui: ecco IlPorcoPusillanime, di ritorno dal […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...