Downshifting à la Sylvie #2

 

La verità negata, Magritte

Il Downshifting à la Sylvie # 1 ha come risultato la regola:

metti te stesso sicuramente davanti all’azienda e ai tuoi capi, da valutare caso per caso a quali colleghi e collaboratori

Anche il Downshifting à la Sylvie # 2 si porta dietro una regoletta, una cosa facile facile, a pensarci prima e con un minimo di lucidità e distacco. La verità è che la verità ai capi non la si vorrebbe/potrebbe/dovrebbe dire mai. Loro di certo non se la vogliono sentir raccontare.

Quante volte sapevo benissimo quale era l’origine di una tale effetto nocivo ad un progetto, quale azione aveva provocato un certo disastro, chi si era dimenticato di fare cosa e… ho taciuto, sì, perchè non si può andare dal capo, che è SEMPRE il responsabile dei grossi disastri (i pesci piccoli provocano tsunami piccoli) a dire: Guarda che sei stato tu, per questa e quest’altra cosa. Figuararsi! Loro combinano macelli, poi devi anche sopportarli che si lamentano come se la causa fosse una qualche forza aliena incontrollabile e, ovviamente, 9 volte su 10 devi anche correre come una pazza a risolvere, per quel che si può, il misfatto. Tutto facendo finta di non sapere niente, di non essere cosciente di quello he sta succedendo (ma poi, ci crederanno davvero che non capiamo? faranno a loro volta finta, oppure sono davvero stupidi?).

Eh, no, mò basta.

Mail con allegati di recap sui progetti realizzati nelle prime tre settimane dell’anno inviata a GranCamiciaCifrata:

Ciao GranCamiciaCifrata,

in allegato trovi i file trisettimanali di recap con gli split dei progetti, sono a disposizione se non ti è chiaro qualosa.

LaStancaSylvie

Mail di risposta:

Come mi spieghi il delta nettamente in negativo rispetto alla trisettimanalità dello scorso anno? Spero tu ti renda conto che non è accettabile.

Reply de LaStancaSylvie… (formichine nelle dita che frizzano sopra la tastiera, lo dice o non lo dice? Ce lo togliamo questo sassolino? Non è che si risolva qualcosa, ma non voglio essere diplomatica stavolta, la risposta è una sola…)

GranCamiciaCifrata,

sono dispiaciuta del risultato negativo, ma del resto, quando mi sono stati annunciati i non pochi licenziamenti e i tagli ai collaboratori ho subito messo in evidenza che ci sarebbe stato un ovvio calo di produttività sui progetti. Metà della gente, metà dei prisultati… ma forse questa risposta è troppo banale, in effetti, impossibile che tu non ci abbia pensato, forse ho frainteso io e volevi sapere altro? Considerami a tua disposizione per qualunque tipo di chiarimento.

LaStancaSylvie

Regola del Downshifting à la Sylvie # 2:

Se serve a toglierti un peso e a stare meglio, ma soprattutto se hai un contratto a tempo indeterminato, non avere paura di dire la verità. E sfruttiamoli ‘sti vantaggi, no?

 

 

Annunci

11 commenti on “Downshifting à la Sylvie #2”

  1. Laura ha detto:

    Concordo pienamente 😀

    Non ha senso tacere, non ha senso piegarsi se non ti interessa il posto di lavoro che hai. Bisogna divertirsi e sfogarsi, tanto il contratto ce l’abbiamo.
    Io da quando ho capito che per me non c’è nessuna possibilità di crescere all’interno della mia zienda (e badaben che ho tutte le carte in regola per farlo, con tanto di dati alla mano, budget superati del 35 e dico 35 per cento, risultati straordinari a livello di catena. ma sai… io sono una mamma per loro=non posso dare disponibilità completa al 100%. Ovviamente non lo dicono, ma lo fanno capire) ho deciso che me ne frego del tutto! E dico sempre quello che penso, mi prendo i miei giorni per fare un corso che mi interessa anche se proprio in quei giorni avrei dovuto fare una trasferta di 3 giorni per una nuova apertura. Ma tanto sarebbe stato solo sfruttamento: sfruttano la mia voglia di fare, il mio entusiasmo, la mia illusione di far carriera in azienda. E sai con quanti altri come me fanno così? ma solo pochi ce la fanno, ossia quelli che si sono piegati a 90 (scusa la piccola volgarità), quelli che hanno taciuto, ma soprattutto quelli che non hanno figli, non sono sposati e non hanno una casa da pagare alle spalle ergo possono trasferirsi in qualsiasi posto d’Italia per fare i loro comodi.
    Evviva la parità dei diritti!

    Scusa dello sfogo, anche un po’ OT, ma mi ci voleva 😀

  2. AD Blues ha detto:

    Sono fortunato.
    Nel ramo in cui lavoro le “patetiche bugie” per mascherare risultati negativi provocherebbero degli effetti mortali (non metaforicamente) quindi sono categoricamente bandite. Almeno quelle!
    Certo, c’è sempre un gran scaricabarile ma lavorando in un ambiente multinazionale e multiculturale, questa tendenza italica a concentrarsi sui colpevoli invece che sui metodi per non commettere di nuovo certi errori risulta un po’ diluita…

    —Alex

  3. widepeak ha detto:

    giusto. e questo spiega perché ne facciano sempre meno, ‘ste merde, di contratti a tempo indeterminato. il problema non è la sostenibilità economica, ma quella organizzativa…vabbè
    bacio

  4. A mio parere, quando le cose vanno male, è un sacrosanto diritto fornire ai capi, in modo chiaro e trasparente, tutte le informazioni ed i dati (non parlo di giustificazioni) che hanno portato ad un risultato non soddisfacente (per loro quanto meno). Serve innanzitutto a noi per capire se abbiamo fatto quello che potevamo (sincerità anche con noi stessi) ed a loro per far capire che non siamo disponibili a fare da zerbini.
    Credo sia chiaro a tutti che in ogni caso, per loro, la colpa sarà comunque nostra, ma almeno: a) saremo orgogliosi di quello cha abbiamo fatto, b) saremo meno frustrati c) non offriremo appigli per farci rompere smodatamente le scatole (perché sanno di avere davanti gente con i cosidetti).

  5. puntocicero ha detto:

    Mi viene la curiosità di sapere cosa abbia risposto GCC!

  6. Pina ha detto:

    @puntocicero…secondo me non ha risposto..!!! scommettiamo??

    @Sylvie: belli questi ultimi post!! si sente lo “spirito guerriero”!!

  7. lorenzo ha detto:

    la verità ferisce. e ci fa sentire meglio!

  8. Mr. Tambourine ha detto:

    Questo post è veramente positivo, mi sento più ottimista, infatti mi sa che torno a lavorare.
    Grande.

  9. precaria09 ha detto:

    Io sono l’anti-diplomazia fatta persona, perciò non posso che concordare con te. Purtroppo io non ho ancora trovato il giusto equilibrio per dire le cose come stanno rimanendo calma, ma imparerò a farcela…

  10. […] Downshifting Baby Voglio una vita normale Salta al contenuto HomeDownshifting?!LaStancaSylvieIl downshifting e LaStancaSylvie ← Downshifting à la Sylvie #2 […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...