GranCamiciaCifrata e il pensiero laterale

Woman immersed in light bulbs, Hulton Archive

LaMortaFelice: Pronto? (ma chi dice pronto ad un interno aziendale? soprattutto se è il soggetto chiamante? Ma da quale baule l’hanno tirata fuori questa qui??) LaStancaSylvie?

LaStancaSylvie: Dimmi (già mi si ribaltano gli occhi all’indietro, adesso per dirmi una minchiata ci metterà un quarto d’ora e sbaglierà un tot di informazioni).

LaMortaFelice: IlPorcoPusillanime, anzi no ah-ah, ah-ah, ah-ah, GranCamiciaCifrata ti vorrebbe nel suo ufficio, ah-ah, ah-ah, ah-ah, poresti salire? Ah-ah, ah-ah, ah-ah.

LaStancaSylvie: Arrivo.

Scorro mentalmente le possibilità di conversazione: ppt bugiardissimi per una presentazione agli azionisti? Session di finanza creativa con la controller per far uscire i soldi che sarebbero serviti per qualcosa di utile e che invece sono stati spesi in gadget  ridicoli per far bella figura all’ultima fiera? Ancora licenziamenti??!! (no, quelli no, ci pensa PollyCanna).

In ufficio GranCamiciaCifrata non c’è. Vado da LaMortaFelice, la vedo oltre il vetro che ondeggia quella testolina instabile su quel collicino basculante davanti al monitor,  entrambi in stand by.

LaStancaSylvie: Ciao, il supercapo non c’è nel suo ufficio.

LaMortaFelice: Ah-ah, ah-ah, ah-ah. (ghigno che scopre i denti, sguardo che ti becca sempre un po’ di lato, come se tu in realtà non ci fossi)

LaStancaSylvie: Ehi, ti ricordi dove voleva parlarmi o no? (ho un moto di odio perforante, vorrei avere un’alabarda spaziale per conficcargliela in mezzo al petto e godermi la fumata di distruzione)

LaMortaFelice: Nella-nella- ah-ah, ah-ah, ah-ah, saletta relax?

Si rigira, sempre basculando, verso il monitor in stand by, come se fossi già andata via. Adesso vorrei colpirla con un’accetta su quel collicino traballante e farle volare via quella testolina del cazzo, poi mi inchinerei davanti al suo cadavere e, senza mai darle le spalle, uscirei e salirei nella terribile sala relax al terzo piano, dove il mio supercapo mi attende, e gli parlerei piena di schizzi di sangue in faccia e con l’accetta che mi fa da sostegno alla cartellina degli appunti.

Invece esco e basta, facendole un bel dito medio e srotolando la lingua fino alla moquette.

La sala relax. Ehhhhhh, la sala relax. La sala relax è la sala della verità. Se puoi dubitare di tutto, dal contenuto delle mail a quello dei colloqui, dalla veridicità dei comunicati a quella degli speech, ciò che viene confidato in sala relax, davanti ad un caffè tremendo in bicchiere di plastica, è sempre la pura verità. Non c’è niente di buono da sperare se GranCamiciaCifrata mi vuole parlare là.

Lo trovo che passeggia in tondo, nell’oscurità, a testa bassa, con una mano si tiene il gomito del braccio opposto e con l’altra sostiene il mento. Il ciuffo brizzolato ondeggia e lui gli soffia contro, facendolo impennare davanti agli occhiali.

GranCamiciaCifrata: Ciao LaStancaSylvie, siediti, ti devo parlare delle aspettative sulla nostra BU nei prossimi mesi.

Mi metto seduta, lui pure, davanti a me, va avanti a soffiare: ma perché non se lo taglia quel ciuffo se gli dà tanta noia?

GranCamiciaCifrata: Gli azionisti vogliono nel primo semestre 2011 il doppio dei ricavi con la metà del personale e degli investimenti in generale. O ce la facciamo, o ci chiudono il prossimo anno.

LaStancaSylvie: Devo fare una presentazione e gonfiare i dati per farli stare tranquilli?

GranCamiciaCifrata: No, purtroppo siamo molto oltre, adesso sanno tutto, non ho potuto più tamponare la situazione.

Il suo “tamponare” significa comunicare i numeri errati e modificati a dovere, per nascondere spese allucinanti a fondo perduto, errori di investimento e errori e basta. Il suo “tamponare” significa manipolare i dati di traffico dei siti, spingendo così i prodotti sbagliati, pompare gli introiti pubblicitari, manomettere i budget senza criterio se non quello spudorato di pararsi il culo. Il suo “tamponare” significa accettare che IlCavaliereMuto continui a non-lavorare e che LaMortaFelice faccia altrettanto perché ha già 3 vertenze sindacali e non vuole beghe con le RU.

LaStancaSylvie: Ok, capisco, mi aspetto di tutto dopo i licenziamenti, ma perché me lo stai dicendo? Vuoi che faccia qualcosa?

GranCamiciaCifrata: Non proprio, volevo capire da te, che hai in mano tutta la parte operativa, se pensi che ce la possiamo fare.

Giuro che, nonostante tutto, mi sta facendo tenerezza. È nel panico, respira paura, si liscia il ciuffo disperatamente e la sua camicia, che sfoggia ben 4 cifre ricamate, non lo sta aiutando, sembra un re appena destituito, un un capitano senza nave. Giuro che mi fa davvero tenerezza, ha bisogno di un aiuto, di un parere in confidenza, me lo sta chiedendo e quindi sarò sincera.

LaStancaSylvie: A meno che non succeda un miracolo no, non abbiamo abbastanza personale per coprire le attività che ci servirebbero per raddoppiare i ricavi, mi spiace, sono dura ma è così. È matamaticamente impossibile. Ma noi ce la metteremo tutta, ovviamente, io e i collaboratori rimasti faremo i salti mortali per tenere in piedi questo progetto a cui teniamo molto, magari poi se si riuscisse a controllare di più altri tipi di spesa, tipo le G&A oppure le…

GranCamiciaCifrata: Questa me la vedo io (si alza di scatto). Io penso invece che ce la possiamo, ce la dobbiamo fare. C’è sempre la soluzione, non c’è bisogno di miracoli, usa il pensiero laterale, cara la mia LaStancaSylvie, usa il pensiero laterale e creativo, magari la chiave è lì e tu non la vedi, sforzati e vedrai che ce la farai.

Mi dà una pacca sulla spalla e se ne va. Sono allibita, basita, frastornata, senza parole, da sola, al buio, immobile sulla seggiolina di plastica davanti ad un micro bicchierino di plastica. CE LA FARAI ?!? USA IL PENSIERO LATERALE ?!? NON VEDO LA CHIAVE ?!? MI FACEVI TENEREZZA ?!?

Ma scusate, non avevo un’accetta proprio con me?

 

 

Annunci

23 commenti on “GranCamiciaCifrata e il pensiero laterale”

  1. mantiduzza ha detto:

    you can’t stay there longer.
    che inglese da schifo, eh?
    😉
    però è così.
    scappa prima che la baracca affondi.

  2. Aurelik ha detto:

    Sylvie,
    a questo punto devi sabotare, sfruttare in pieno i privilegi medioevali ancora riservati ai TI dal nostro diritto del lavoro, esasperarli fino ad ottenere una buonuscita tale da portarti confortevolmente in Costa Rica. E usala a tuo favore quell’accetta!
    Ciao, è un blog magnifico.

  3. riccio84 ha detto:

    Pure a me ogni tanto servirebbe un’accetta…!!!
    Ascolta, ho reso privato il blog, per mandarti un invito mi servirebbe il tuo indirizzo mail. Contattami così te lo spedisco!

  4. Laura ha detto:

    O_O quell’uomo aveva solo bisogno di qualcuno con cui parlare O_O per sentirsi dire che non ce la faranno… e per poi controbattere per sentirsi più sicuro!!!

    Che gente -.-‘

  5. M di MS ha detto:

    Preparati la exit strategy!
    Costruisci una grana tale che si vogliano liberare di te, cerca di rappresentare un costo, un peso, una zavorra. Fatti liquidare il meglio che puoi.
    Altrimenti assisterai alla dipartita di GCC che si beccherà o 2 anni di stipendio da dirigente. Non sarebbe molto bello.

  6. Zoppas ha detto:

    Che porco! E sarà anche tanto infame da far ricadere su di te il peso del probabile fallimento dell’operazione di salvataggio? Fino a che punto il porco è spaventato-inferocito?

  7. AkaiSuisei ha detto:

    Ohsantissima…..Si, devo dire che lì dentro ormai l’accetta la devi tenere sempre con te…come il badge!… Direi invece di cercarti seriamente un altro posto e quando sarà il momento…fornire i dati veri…E a culofan lui e il suo caz di pensiero laterale….! Ma per cortesia…..è_é

  8. svivi ha detto:

    Avendo posato le armi, vista la maternità e l’intenzione di non tornare a lavorare in quel posto dopo la nascita dell’erede, posso mandarti, non un’ ascia, ma un paio di forbici da sartoria, di quelle grosse, che fanno comunque il loro effetto scenico…

  9. AzzurraPensiero ha detto:

    l’accetta mi pare una buona soluzione…

  10. […] aziendale natalizia. Quel figlio di puttana di GranCamiciaCifrata invita gente a caso ed esclude tutti i miei collaboratori. Dopo l’ondata di demotivazione in […]

  11. […] Due giorni più tardi, nell’ufficio di GranCamiciaCifrata: […]

  12. donnaincorriera ha detto:

    Ok, calma e respira.
    Pensiero laterale.
    Ok! FUGGIRE. Anzi, non proprio fuggire, ma lasciare il Titanic prima di fare la fine di Jack.

    Ps: che triste vedere quante siano le aziende (ed i titolari o capi) che ci costringono i dipendenti a falsificare dati e report, sparando cazzate e tranquillizzando clienti giustamente furiosi…Ti capisco perfettamente, ecco perchè io ho da poco preso l’ultima scialuppa di salvataggio!! Ti serve un passaggio?

  13. […] del menù e si rendeva conto che si sarebbe dovuta fermare al finger food servito come aperitivo; GranCamiciaCifrata al telefono che parla di gannt che monitorino la polvere depositata sui fogli di budget; […]

  14. […] ieri sera dalla montagna. L’ufficio, PollyCanna, GranCamiciaCifrata mi sembrano non esistere più. Non ho nominato nemmeno mezza volta la parola “lavoro“, […]

  15. […] • È molto brava nel suo campo, ma a NoNothing Inc. è addirittura considerata un genio totale. O meglio, è considerata un genio da GranCamiciaCifrata […]

  16. […] PollyCanna, che mentre chatta su Msn con le amichette farfuglia stronzate senza senso sul progetto; GranCamiciaCifrata, che entra senza bussare e dà via al dialogo del […]

  17. […] LaStancaSylvie: GranCamicia Cifrata, LaMortaFelice è un’incompetente con capacità decisamente sotto la soglia minima della sub-umanità. […]

  18. […] a metà, ma non mi comporto da testa di cazzo con chi fa il suo dovere. LaMortaFelice, PollyCanna, GranCamiciaCifrata e troppa altra gente con cui ho a che fare ogni giorno, invece, ruba lo stipendio e direi che è un […]

  19. […] x GranCamiciaCifrata, suo personale (aziendale = personale), lo sfoggia in pendant con le 4 cifre sulla camicia e la […]

  20. […] un altro tipo di professionista) io mi sono sempre sentita (e sentita dire, vi ricordate GranCamiciaCifrata e il pensiero laterale?) di doverlo raggiungere, in un modo o nell’altro, pena il sentimento di fallimento e […]

  21. […] Ci viene confermato un grosso, grosso progetto di comunicazione cross a tutte le piattaforme, con minisiti, serie di video virali, spot, articoli, blog, app e widget. Bene, direte voi. Eh no! Dico io. Dopo i licenziamenti (dall’anno scorso fino a giugno pare che non abbiamo fatto altro) io ho meta’ staff e non riesco a cavarmela così. L’ho fatto presente a tutti i miei capi mille volte per cercare AIUTO e l’unica cosa che GranCamiciaCifrata ha saputo dirmi e’ di usare il pensiero laterale!!! […]

  22. […] NO, mai, pena lungo pippone da ciascuno dei capi che ti chiama prima in ufficio, poi ti porta nella saletta relax e ti spiega, in un racconto lungo almeno due ore (di straordinario non pagato) il perché di questa […]

  23. […] di lui si è rotto. Non riesce a farsene una ragione, soffre troppo. Ha perso interesse a tutto, al pensiero laterale, all’MBO, addirittura non pensa più tanto a pararsi il culo. Ha preso una schiera di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...