LaSaggiaMaestra e il giudizio del corpo

Vanessa Beecroft, Barbie army

Che la saggezza e il buon senso non si imparino al lavoro in azienda, è ormai assodato. Che non puoi essere chi sei veramente in azienda è chiarissimo. Che tutti non facciamo altro che notare in noi e negli altri difetti non conformi a chissà  chi o a cosa, è lapalissiano. Che abbiamo tutti una fottuta paura dei nostri simili, tanto da non guardarci in faccia e non sfiorarci è esperienza comune. Bene. Per fortuna non è sempre e comuqnue così: non al mio corso di cucito.

Era tempo per la prima prova della gonna che io e le mie 6 compagne di corso avevamo imbastito.

LaSaggiaMaestra: Su, ragazze, spogliatevi e mettetevi davanti allo specchio, solo con con le gonne e il reggiseno, così vediamo insieme le correzioni da apportare e ognuna impara dall’altra.

Gelo. Ci guardiamo. Ci dobbiamo davvero spogliare e metterci in fila davanti ad uno specchio? – era la cosa che pensavamo tutte. Si sentivano bisbigli: non mi sono depilata, sono troppo grassa, ho i calzini bucati, ho una cicatrice enorme sullo sterno, ho una gamba più corta e senza scarpe si vede, sono scheletrica, ho il reggiseno imbottito …

LaSaggiaMaestra: Ragazze, se vi vergognate questo non è il vostro corso, qui avrete a che fare necessariamente con corpi nudi, che dovrete anche toccare. Prendere o lasciare. Qua si valuta la qualità della gonna rispetto al corpo, non il corpo, che è il metro di questo lavoro e va rispettato in quento tale, non un oggetto da gudicare in base alla sua forma.

Dieci minuti dopo eravamo tutte in fila, in reggiseno, davanti allo specchio con le gonne imbastite. Dopo il giro con spilli e centimetro alla mano de LaSaggiaMaestra, che ci mostrava come prendere le misure per le correzioni, le gonne sui nostri corpi cadevano benissimo. E i nostri corpi, grassi,  secchi, storti, pelosi, operati o che so io, erano “solo” i nostri corpi.

Annunci

8 commenti on “LaSaggiaMaestra e il giudizio del corpo”

  1. Laura ha detto:

    Quella donna è proprio LaSaggiaMaestra, non potevi trovarle soprannome più adatto.

  2. Neofanta ha detto:

    Adoro questa tipa, il suo discorso mi ha lasciata a bocca aperta!!! Che fortuna che tu l’abbia incontrata! Saluti, Neofanta

  3. AkaiSuisei ha detto:

    Fantastica….Più che lezioni di cucito, lezioni di Vita, direi!!! Mi piace questa Donna! Akai

  4. widepeak ha detto:

    e secondo me erano bellissimi! brave ragazze 🙂

  5. BabEle ha detto:

    SaggiaMaestra for president… La adoro.

  6. Clara ha detto:

    Una magnifica lezione di vita.
    Clara

  7. […] significa lavorare a cazzo di cane o combattere crociate contro i mulini a vento. Significa fare il corso di cucito, andare a pilates, uscire alle 19,30, frequentare un’amica, ascoltare il fidanzato, prenotare […]

  8. […] minuscola del colore più sbagliato per la gonna sotto, ma ho imparato a non fare caso a certe stupidaggini, almeno in certi contesti): tutta la stoffa seguiva perfettamente le linee del mio corpo, la vita […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...